app translate google      

tagline

logo kulturando10 lungo cop       

Indice articoli

Descrizione
La struttura esterna dell'edificio si presenta in stile ferrarese. Al suo interno troviamo sale dedicate all'attività bibliotecaria e in cima troviamo il piano dedicato all'attività museale del periodo risorgimentale nel lendinarese. Il palazzo Malmignati-Boldrin all'interno presenta un vasto salone di ingresso con due stanze per lato: in alcune si vedono le travi, in altre le decorazioni dipinte realizzate nel XX secolo.

Esterno
La parte inferiore della facciata è caratterizzata da un alto zoccolo e dal portale centinato, sormontato dallo stemma di famiglia. Al pian terreno vi era lo stemma della famiglia Malmignati sistemato tra quattro finestre. Le finestre che tuttora sono presenti vicino al portale sono state aggiunte negli anni successivi.

Giardino sul retro di Palazzo BoldrinLa struttura originale è conservata al piano superiore: la balaustra del poggiolo sorge al centro e giunge fino al cornicione-davanzale, dove si aprono due finestre architravate che sono simmetricamente disposte ai lati della trifora centrale. Quest'ultima è decorata con gli stemmi della famiglia Malmignati circoscritta da un orizzontale fastigio in rilievo dove è inciso il nome di Vincenzo Malmignati.

La facciata era adornata da bellissimi affreschi che ora sono poco visibili. Nel 1795 Pietro Brandolese chiudeva l'epoca delle belle arti ricordando le stupende pitture del cavalier Malmignati: "quel gran fregio di putti scherzanti con caproni, ed altri animali che adorna l'ordine superiore; le quattro grandiose figure indicanti le stagioni dell'anno, dalle quali rimane ancora qualche pezzo, ci additano chiaramente un de' più valorosi frescanti della scuola veronese [...]"

Giardino nel retro di Palazzo Boldrin, visibile anche da Via Garibaldi.

palazzo boldrin retro

Interno
Al piano terra si trova la Biblioteca (Comunale: la Sala Prestiti, la Sala ragazzi e la Sala della storia locale), la Sala delle Donazioni Frizziero e Martini e la postazione dell'Ufficio di Informazione e accoglienza turistica. Dal salone centrale si può accedere al Giardino della Lettura. Nel 1916 Brunetto Boldrin da l'incarico al bolognese Carlo Baldi di decorare il salone d'ingresso.

Al primo piano si trova il Salone per le Conferenze, le due Sale del Libro Antico, la Sala della Città che conserva l'archivio storico comunale, la Sala dell'archivio Giuseppe Marchiori e la Sala dell'archivio Malmignati.

Nel sottotetto si trova di nuovo il Museo del Risorgimento in Polesine "Alberto Mario e Jessie White".

Informazioni turistiche Lendinara

IAT Ufficio del Turismo

logo iat

Sede: Via G. B. Conti, 30
Telefono e  Fax 0425 605667
E-mail: iat@comune.lendinara.ro.it
Orari di apertura al pubblico:

• Lunedì giorno di chiusura
• Martedì 9,30 - 13,00 e 15,00 - 18,00
• Mercoledì 9,30 - 13,00 e 15,00 - 18,00
• Giovedì 9,30 - 13,00 e 15,00 - 18,00
• Venerdì 9,30 - 13,00 e 15,00 - 18,00
• Sabato 9,00 - 13,00
• Domenica giorno di chiusura


ATTENZIONE: VARIAZIONE ORARI CAUSA EMERGENZA COVID-19
Verifica le ordinanze pubblicate nell'articolo: Avvisi e Comunicati rivolti alla cittadinanza in merito a Coronavirus


(Fonte: Comune di Lendinara)

Area Camper
Colonnine ricarica auto
Servizi cimiteriali

Attività di interesse turistico

PUNTI RISTORO

AREA DISPONIBILE


Scrivi per informazioni a cristina@kulturando oppure telefona sempre a lei al 388 782 9732

DOVE MANGIARE
DOVE DORMIRE
WELLNESS
SUPERMERCATI - ALIMENTARI
FARMACIE - PARAFARMACIE

La Cittadella della Cultura e Museo